• AnnaBarbieribxl

Brisighella esotica!

Aggiornato il: ago 24

In provincia di Ravenna, il paesino di Brisighella è la prova che si può veramente fare turismo a km 0.

Incantevoli facciate color pastello, una antica via sopraelevata che si snoda tra le abitazioni, unica al mondo (come dice il depliant turistico della città!). Il paesaggio che si ammira dalla Rocca medioevale sembra uscito da un quadro, con pioppi e cipressi ad incorniciare una strada bianca immacolata da percorrere a piedi fino alla Torre dell'Orologio. 

Poi i prodotti tipici della tradizione che vanno dal sangiovese e trebbiano all'aceto, al nocino e soprattutto all'olio di oliva extravergine di  Brisighella, che è un prodotto DOP a denominazione di origine protetta.

Un vero invito alla degustazione per apprezzare sapori e profumi: quando si può viaggiare con tutti i cinque sensi, l'esotico è a portata di mano.


Sulle colline dei dintorni si possono ammirare i campi di kiwi, di cui l'Italia, con la Romagna in testa, è primo produttore mondiale, superando anche la Nuova Zelanda da cui il kiwi è partito negli anni '70 (https://www.romagnaatavola.it/it/il-kiwi-di-romagna/). Se non è esotismo questo! Brisighella si visita in tre ore o tre giorni (o anche più, se si va a fare trekking o bicicletta nel Parco Regionale del gesso Romagnolo)

E' un'ode al turismo lento che tanto promuovo nei post di questo blog: la curiosità e la capacità di stupirsi sono meravigliose! 

E soprattutto in tempo di COVID è importante sapere che non c'è bisogno di andare lontano per vedere il nuovo, il bello, l'eccezionale; basta guardare con occhi diversi: osservate e vedrete!




29 visualizzazioni

©2019 Emiliano-Romagnoli Bruxelles